14 Luglio i blogger italiani sempre in prima linea per l’informazione 

<a href=”http://www.webeconoscenza.net/wp-content/uploads/2009/07/shout7.JPG”><img title=”shout” src=”http://www.webeconoscenza.net/wp-content/uploads/2009/07/shout7.JPG&#8221; alt=”shout” width=”289″ height=”360″ /></a>

In un paese ormai narcotizzato, piegato e rassegnato alla disinformazione televisiva.

In un paese dove la maggioranza dei giornalisti è al servizio degli editori e ha perso la passione, la grinta e soprattutto l’etica e la professionalità.

Molti, moltissimi blogger, hanno deciso di continuare ad esercitare il loro importante ruolo anche oggi 14 Luglio 2009.

Credono in quel ruolo che li rende ormai un elemento fondamentale e indispensabile di controinformazione e di riflessione continua.

Altri (pochi per fortuna) hanno deciso di tacere, di “scioperare” contro un odiosa <a href=”http://www.webeconoscenza.net/2009/06/16/no-al-bavaglio/&#8221; target=”_blank”>proposta di legge</a>.

Questi blogger hanno scelto, in libertà e in coscienza, di aderire all’appello di un giornalista di Repubblica. Il blog che leggete, e tantissimi altri, invece no!

Questo blog non si autospegne. Questo blog non è disposto a fare un ennesimo favore a chi vorrebbe tutti i blog spenti.
Questo blog è convinto che tutti possono esercitare un ruolo di informazione e di riflessione attiva, personale o di gruppo, nella rete delle reti, ultimo baluardo della libertà di informazione.

Annunci